CD Projekt attaccata dagli hacker, minacciata di fuga dati

0
260

Gli hacker affermano di aver avuto accesso al codice sorgente di Cyberpunk 2077 e The Witcher 3

CD Projekt afferma che è stato violato da aggressori che sono stati in grado di accedere alla sua rete interna, crittografare alcuni dispositivi e raccogliere “determinati dati” dalla società di videogiochi polacca. Lo sviluppatore di Cyberpunk 2077 afferma che non cederà alle richieste né negozierà con l’attaccante e non ritiene che i dati personali dei giocatori o degli utenti del servizio siano stati compromessi.

In un tweet che rivelava l’hack , la società ha condiviso la richiesta di riscatto lasciata dagli hacker, che affermano di aver avuto accesso al codice sorgente di Cyberpunk 2077 , Witcher 3 , Gwent e una “versione inedita di Witcher 3. ” Gli hacker minacciano di rilasciare il codice sorgente insieme a documenti legali interni, risorse umane e finanziari “se non giungeremo a un accordo”.

Nella sua dichiarazione, CD Projekt afferma di aver protetto la propria infrastruttura IT e di aver iniziato a ripristinare i propri dati da backup intatti. Dice di aver informato le “autorità competenti” e gli specialisti di informatica forense.

L’attacco segue il travagliato lancio di Cyberpunk 2077 da parte dello sviluppatore. Il gioco è stato rilasciato con numerosi bug e problemi di prestazioni su PC ed era quasi ingiocabile su console meno recenti. Sony ha successivamente ritirato il gioco dal PlayStation Store e offerto rimborsi ai giocatori, mentre Microsoft offre anche rimborsi .

CD Projekt Cyberpunk 2077

CD Projekt è stato oggetto di intense critiche per aver rilasciato il gioco in quello che i critici affermano essere uno stato incompiuto. La società ha promesso di affrontare i problemi di prestazioni di Cyberpunk 2077 con una serie di patch . Ora sta affrontando una causa da parte di investitori che affermano di essere stati indotti in errore sulle prestazioni del gioco prima del rilascio. Lo sviluppatore è stato anche criticato per le notizie secondo cui i suoi dipendenti sono stati costretti a lavorare per lunghe ore nei mesi precedenti l’uscita del gioco.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui